Crisi: imprenditore agricolo si uccide

Si è impiccato all'interno del deposito degli attrezzi agricoli della sua azienda in contrada Anguilla, nelle campagne del Vittoriese. Giovanni Viola, 31 anni, padre di un bambino di 2 anni, conduceva l'azienda agricola familiare insieme al padre Giuseppe di 60 anni e la fallimentare stagione agraria non lo lasciava tranquillo perché difficilmente avrebbe potuto ripianato i debiti. Il padre gli avrebbe prospettato di vendere l'azienda e di andare a lavorare come bracciante giornaliero presso altre aziende per saldare le esposizioni. Una prospettiva che all'imprenditore non piaceva e che lo avrebbe reso molto vulnerabile sul piano psicologico. Negli ultimi giorni il giovane agricoltore, che era molto depresso, era in cura presso il locale Dipartimento di Salute Mentale.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Mazzarino

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...